Claudio – vino che rifermenta

Domanda di Claudio:

vorei sapere, gentilmente, come posso trattare il mio vino che è rifermentato, come posso ovviare, in futuro, a questa anomalia e quanto devo aspettare, se sarà bevibile. Grazie.

Risposta:

Salve Claudio,

In genere basta un travaso per togliere il frizzante (è solo questo il
problema?) se il vino è in damigiana e se in bottiglia basta scaraffarlo un
po’ prima di berlo oppure se hai tante bottiglie svuotarle in un contenitore
e reimbottigliarlo.
Attenzione che la rifermentazione genera fondi che devi separare durante il
travaso o la scaraffatura.
L’anomalia (se non è fermentazione malolattica) dipende dal fatto che la
fermentazione non è terminata lasciando residui zuccherini che con i primi
caldi i lieviti fanno rifermentare. Bisogna accertarsi, con il mostimetro
Babo per esempio, della completa o quasi trasformazione degli zuccheri in
alcol. Altrimenti devi bloccare i lieviti con travasi frequenti e/o
filtrazioni e/o aggiunte di anidride solforosa.
Il vino dovrebbe essere bevibile anche se frizzante o subito dopo il
trattamento.

Ciao e a risentirci,
Guido

OFFERTE PER I NOSTRI EBOOK

+ = 17 .00 euro
a 17 euro invece di 21 euro! [Risparmi 4 euro]