Giovanni – vino bianco torbido 1

Domanda di Giovanni:

salve a tutti, il mio problema è che per la prima volta dopo circa otto anni che produco vino in proprio, il vino bianco presenta un colore torbidiccio. fino a circa dieci giorni fa nonostante non fosse trasparente presentava un sapore abbastanza mediocre ma adesso è molto agro e risulta difficile berlo. ho ancora 70 litri circa, c’è il rischio che possa diventare acetoso? grazie mille per l’aiuto.

Risposta:

Salve Giovanni,

probabilmente il tuo vino avrà un po’ di spunto acetico che è una malattia
che, per mezzo degli “acetobacter” e in
presenza di ossigeno, trasforma l’alcol etilico del vino in acido acetico e
acqua.
I batteri agiscono con il caldo e attaccano più facilmente i vini poco
alcolici, zuccherini e di bassa acidità fissa.
Si parla di spunto quando la malattia interessa solo gli strati superficiali
del vino , mentre si parla di acescenza se l’alterazione interessa tutta la
massa.
I rimedi, che si applicano solo nel caso del vino spunto (se il vino è
diventato acetoso deve essere mandato all’acetificio o alla distillazione)
sono:
– aggiungere metabisolfito di potassio (15-20 grammi/etttolitro);
– per togliere la punta di acidità (ma solo per un pò di tempo) si possono
aggiungere prodotti disacidanti tipo tartrato neutro di potassio (300-400
g/hl) o bicarbonato di potassio (100-200g/hl);
– per rinvivire un pò il vino , dopo la cura, si può aggiungere acido
citrico 50-60 g/hl).
– dopo 10-15 giorni si travasa per eliminare i fondi che derivano dai
trattamenti e poi si può bere.
Il vino deve essere consumato il più presto possibile.

Ciao e a risentirci,
Guido

OFFERTE PER I NOSTRI EBOOK

27.00 euro
TUTTI I NOSTRI EBOOK (9 + 12 + 15 euro)...
a 27 euro invece di 36 euro! [Risparmi 9 euro]