Federico -chiarifica si, chiarifica no


Domanda di Federico:

Ciao Guido,

il mio amato vino rosso ha quasi finito la fermentazione lenta nelle damigiane. La temperatura è rimasta sempre fra i 15 e i 18 °C. Dato che la fermentazione sembra essere agli sgocciolo, fra qualche giorno vorrei eseguire il primo travaso. Molta feccia è già precipitata. Immagino che ormai sia troppo tardi per tentare un’operazione di chiarifica in quanto poi dovrei attendere altri 10-15 giorni. Preferirei (ma accolgo volentieri il tuo consiglio!) travasare e mettere il vino al fresco (11-13 °C) ed eseguire la chiarifica al secondo travaso. Può dare complicazioni aspettare il secondo travaso?
Vorrei eseguire la chiarifica anche perché, dovrebbe aiutare ad esportare una parte di tannini. Poiché al momento della pigiatura non ho potuto togliere i raspi (ne ho solo tolti alcuni a mano) magari togliere un parte di tannini può essere una buona idea. O sbaglio?
Ammesso che si possa fare, ho comunque un piccolo grande problema: Avendo il vino nelle damigiane, quando andrò ad aggiungere il chiarificante per poi mescolare, non potrò fare a meno di mettere in movimento un po’ di feccia. Questo, può causare problemi? é forse meglio rinunciare a questa operazione? Nel caso l’operazione non dia problemi, quale chiarificante ti senti di consigliare fra albumina e bentonite?
Come sempre tante grazie in anticipo!

Risposta:

Ciao Federico
la chiarifica può non essere fatta, puoi aspettare che con i benefici freddi invernali il vino si “spogli” da solo ed eventualmente farla a fine inverno.
Puoi fare il primo travaso e sul vino separato dalla feccia fare la chiarifica oppure farla, come pensi tu, al secondo travaso.
Se devi abbassare molto i tannini occorre usare albumina e poi bentonite che evita il “surcollaggio” (eccesso di chiarificante proteico) mentre se devi abbassarli di poco puoi usare prodotti formulati ad alta percentuale di bentonite e contenenti un po’ di albumina ( es. Pulvigel rossi della ditta Vebi). Come già detto la chiarifica viene fatta sul vino appena travasato, cioè senza fecce.
Ciao e a risentirci,
Guido

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.