Il vino dolce


Una tecnica per fare i vini dolci è quella di tagliare i tralci della vite con l’uva, lasciandoli sulla stessa pianta ancora 2 o 3 settimane prima di raccogliere l’uva.

In questo modo il grappolo perde acqua con un forte aumento della concentrazione zuccherina.

Si vinifica come l’altro vino svinando a 5/6 ° zuccherini residui e filtrando.

Con il freddo e travasi frequenti si otterrà un vino dolce e liquoroso.

E’ anche possibile, soprattutto nelle migliori annate, ottenere del vino amabile.

Bisogna prelevare la quantità di mosto desiderata quando gli zuccheri residui sono al 5 o 6 % e filtrarlo con filtri a sacco per togliere la maggior parte dei lieviti bloccando così la fermentazione.

Aiuta la conservazione al freddo e frequenti travasi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.