Forbici da potatura: come scegliere quelle per la vendemmia


La scelta delle forbici adatte alla vendemmia può apparentemente sembrare una scelta superflua o inutile, ma in realtà è una scelta fondamentale per migliorare il risultato e diminuire la fatica.
Questa scelta è essenzialmente influenzata soprattutto dal tipo di operazione che deve essere svolta sul proprio vigneto. Infatti esistono forbici per potare la vite e forbici per la vendemmia dette “cogliuva”. Sostanziale differenza è la loro conformazione.
Le forbici da potatura si dividono in forbici da potatura semplice e forbici per la vendemmia.
Entrambe le tipologie di forbici si possono acquistare in qualsiasi garden-center e su store online.

Forbici manuali da vendemmia

Le forbici da potatura, dette cesoie, sono forbici che permettono di effettuare un taglio netto e preciso della pianta. Sono pensate per essere gestite con una sola mano e per essere afferrate a mano intera, per poter esercitare su di essa tutta la forza possibile per garantirne un uso corretto. A differenza delle forbici classiche non hanno occhiello, ma bensì due leve per garantire una pressione potente sulle leve. fornite di una molla elastica che permette di ridurre il carico di lavoro che la mano deve esercitare. L’impugnatura dovrebbe essere antiscivolo ed ergonomica così da evitare di stressare il polso che esercita la pressione. Queste forbici o cesoie sono adatte alla potatura di qualsiasi pianta, ma non sono adatte alla vendemmia poiché questa operazione richiede che le forbici adoperate abbiano delle caratteristiche differenti.

Le forbici da potatura si dividono a loro volta in

  • Forbici a battente con una singola lama adatte soprattutto a legni o sostante abbastanza dure e secche.
  • Forbici a lama passante sono composte da una lama che permette un taglio netto e preciso sono adatte a effettuare potature anche in zone dense di fogliame che non deve essere danneggiato.
  • Forbici a doppia lama sono composte da due lame che si incontrano e garantiscono un taglio poco stressante per la pianta che quindi non subisce grossi traumi.

Le forbici per la vendemmia o forbici cogliuva sono nettamente differenti da quelle per la semplice potatura. Queste infatti hanno una forma diversa, con punte dritte e affusolate. Sono inoltre più leggere e maneggevoli delle forbici da semplice potatura. Infatti queste sono state progettate per garantire una maneggevolezza durante il lavoro e per ottenere un rapido taglio dei grappoli.
La scelta di non impiegare normalissime cesoie per la vendemmia non è un capriccio dell’agricoltore, ma una scelta necessaria, infatti, le classiche forbici per potare possiedono delle punte spesse che risulterebbero ingombranti e troppo pensanti per essere utilizzate per tutto il tempo della vendemmia. Le forbici cogliuva hanno un costo accessibile e possono essere usate anche per operazioni di finitura, come il taglio di fiori delicato o altri frutti.

Forbici Elettriche da Vendemmia

Esistono per chi possiede dei vigneti di grandi dimensioni anche forbici per la potatura, forbici pneumatiche o forbici elettriche. Infatti chi possiede un piccolo vigneto esaurirà l’operazione di potatura in poche ore o al massimo in una giornata, ma per chi ha dei vigneti di considerevoli dimensioni sarà forse necessario l’acquisto di forbici elettriche. Tra le forbici elettriche e quelle pneumatiche sono generalmente preferite le seconde ad aria compressa. Esse infatti possiedono una doppia lama che permette tagli precisi e netti che evitano di rovinare i rami e la vigna.

La qualità per una lunga durata

In generale ciò che differenzia una forbice da vendemmi di ottima qualità da una scadente sono i materiali di cui è composta. Materiali ottimali per questo tipo di forbici sono innanzitutto il tipo di acciaio impiegato che deve essere di ottima qualità per resistere all’usura e rimanere affilata il più allungo possibile.
Altra caratteristica che determina la qualità di una forbice da vendemmia è l’ergonomia della stessa. Infatti va valutato il peso totale della forbice e le dimensioni dell’impugnatura infatti bisogna tenere presente che questo tipo di forbici verranno tenute per lungo tempo e il loro utilizzo genererà una certa stanchezza del polso e della mano. Risulta quindi essenziale che la forbice sia leggera e ergonomica. Inoltre sarebbe opportuno che questa forbice fosse dotata di chiusura di sicurezza o blocco sicurezza per garantire un certo grado di sicurezza quando non si utilizza l’utensile.

Manutenzione della Forbice da Vendemmia

Questo utensile come qualsiasi altro necessita di manutenzione, infatti sarà buona norma pulire affondo e affilare le parti della forbice ogni qual volta si utilizza per un tempo prolungato la forbice. Questa operazione dovrebbe essere svolta smontando la forbice. Se non fossimo in grado di svitare il bullone centrale a causa della ruggine potremmo versarci alcune gocce di prodotto sbloccante e lasciarlo agire per alcuni minuti. Rimuoviamo la ruggine con una paglietta e affiliamo con la pietra le lame e prima di rimontare il tutto ungiamo con olio lubrificante.
Ricordiamo inoltre che questo utensile deve essere sempre utilizzato da personale esperto che sappia maneggiarlo in totale sicurezza e senza arrecare danni a cose o persone.

 

Se hai trovato interessante questo articolo puoi leggere anche l’approfondimento sulla vendemmia.

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.