La raccolta delle olive


Sparsi tra i filari di vite e nella zona bassa non vitata ci sono una cinquantina di ulivi tutti giovani (tranne uno vicino alla cantina) piantati negli ultimi anni. Come ogni anno abbiamo deciso di raccogliere le olive a fine ottobre e abbiamo prenotato il frantoio per martedì 2 novembre.
L’olio ottenuto negli anni passati è sempre venuto di gusto buono e delicato (anche gli antichi romani consideravano l’olio fatto con le olive quasi mature, ex albis ulivis, il migliore).

Ma adesso dobbiamo prepararci.

Prendiamo le cassette speciali da raccolta dal deposito e le laviamo per togliere la polvere; tagliamo l’erba sotto gli ulivi e predisponiamo le reti di raccolta. L’ulivo non dà molto lavoro durante l’anno ma la raccolta è un lavoro duro anche perchè noi la facciamo a mano (brucatura). Comunque non ci perdiamo d’animo, l’organizzazione prevede merenda a mezza mattina e grigliatona verso le due.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.