Spaghetti con i Nicchi, da Giuliano



Procurarsi un discreto quantitativo di arselle della versilia (nicchi), diciamo almeno due Kg, dopo averle spurgate per un giorno ed una notte tenendole in acqua salata in un recipiente.
Prendere le arselle e metterle in padella senza acqua e far cuocere fino a che le arselle non aprono il guscio completamente.
Una volta che tutte le arselle si sono aperte togliere l’anima e metterla in un contenitore, finito questa noiosissima operazione, prendere l’acqua uscita dalle arselle e filtrarla .
Prendere poi una bella padella e versare olio generosamente con aggiunta di 2 o 3 spicchi d’aglio e del buon peperoncino q.b. a seconda del gradimento.
Mettere sul fuoco e prima che l’aglio imbrunisca aggiungere le arselle e l’acqua filtrata; far cuocere a fuoco lento ed una volta che l’acqua delle arselle inizia a ritirare versare un bicchiere di vino bianco, alzando la fiamma per far evaporare il vino; a questo punto ridurre la fiamma e prendere del prezzemolo precedentemente lavato e tagliato e cospargere sul sugo; far cuocere ancora 2 o 3 minuti e il sugo è pronto.
Prendere gli spaghetti Dececco o Voiello cotti rigorosamente al dente e farli saltare in padella.
Fatto ciò servire a tavola in abbinamento all’ottimo Vermentino dei Colli di Montia.
 

Ingredienti :

Arselle: minimo 2 Kg

Olio extra vergine: abbondante

Aglio: 2 o 3 spicchi

Peperoncino: q.b.

Spaghetti: Dececco o Voiello

Vino: Vermentino dei Colli di Montia

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.