Carmine – conservazione

Domanda di Carmine:

Ho svinato il vino dopo circa 15-18 giorni di fermentazione. La gradazione
zuccherina l’ ho fatta scendere praticamente a 0. Ho eseguito il travaso a
distanza di 10-12 giorni dalla svinatura ponendo su ogni damigiana ( 54
lt ) una paqsticca anti fioretto. Ho notato che il vino ha un sapore e
odore di feccia. Il torchiato non l’ho fatto. Vorrei sapere cosa posso
fare per eleminare questo inconveniente e se è indispensabile mettere dei
gorgogliatori sulle damigiane e se qualche passaggio non è stato ottimale
nella procedura di vinificazione.N.B. La fermentazione del mosto è
avvenuta in contenitori di cemento verniciati internamente con vernici
apppropriate e atossiche, tini in gomma e vetroresina. Vi ringrazio fin d’
ora e invio Cordiali saluti.
Carmine

Risposta:

Salve Carmine,

cominciamo con i tappi gorgogliatori: si mettono dopo la svinatura perchè in
genere procede la fermentazione lenta ma dopo il primo travaso si mette la
pastiglia antifioretta e il normale tappo di plastica (come hai fatto);
le operazioni che hai fatto sono in linea con le procedure di vinificazione
(forse un pò lunga la fermentazione ma a molti dura così);
l’odore di feccia, ovviamente, si ha quando il vino è stato troppo a
contatto con la feccia (ma non sembrerebbe nel tuo caso) e si previene
facendo i travasi per tempo;
comunque si può eliminare con travasi all’aria e se il difetto permane con
un trattamento con carboni attivati (deodoranti) che si stemperano in alcuni
litri di vino e poi si aggiungono alla massa sbattendo energicamente per
parecchi minuti, si fa decantare e si separa il deposito con un travaso
(quantità e tempi in funzione del tipo di vino edi carbonr utilizzato).

Ciao e riscrivimi, buon vino, Guido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.