Aldo – vino alla spina

Doamanda di Aldo:

sono originario della puglia e da circa due anni sono qui al nord ,per l
esattezza in veneto ,per motivi di lavoro!dopo aver instaurato un buon
rapporto con alcune trattorie del posto, ho proposto ai vari titolari
prodotti tipici della mia zona in modo particolare vino ,prodotto non da
me personalmente ma da una cantina della quale i miei genitori ne sono
soci!una particolarita di questi posti è il vino alla spina cosa che
sinceramente non ho avuto modo di vedere giu dalle mie parti!le prime
ordinazioni hanno riguardato esclusivamente vino imbottigliato poi si è
passati ai bag in box e adesso non ti nascondo che si fa sempre piu forte
questa opzione del vino alla spina!la mia domanda è:ma questo del vino
alla spina è solo un metodo di refrigerazione o c’ è dell’altro!il vino
poi mantiene le proprie caratteristiche? meglio rosso o bianco?grazie

Risposta:

Salve Aldo,
io sono un po’ tradizionalista (preferisco il vino in bottiglia, i tappi di
sughero e non amo i bicchieri di plastica), comunque il servizio del vino
alla spina rende più tranquilla la gestione e la conservazione dello stesso,
anche con ritorni economici. Ovviamente non si adatta a vini da
invecchiamento ma a vini bianchi e rossi di pronta beva.
Il vino mantiene le sue caratteristiche e il tipo dipende dai gusti.

Ciao e a risentirci, Guido.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.