Maurizio – gradazione vino


Domanda di Maurizio:

Buongiorno
in una discussione a tavola mio cognato sosteneva che mettere delle pesche nel vino aumentano la gradazione dello stesso e medesima cosa accadeva se si aggiunge dello zucchero. Io sostenevo che per aumentare la gradazione del vino bisognava intervenirre sul mosto a vino fatto se si aggiunge dello zucchero si ottiene come unico risultato quello di dolcificarlo. Chi ha ragione ?
Grazie per l’attenzione

Risposta:

Salve Maurizio,

per aumentare la gradazione di un vino (tralasciando l’aggiunta di alcol)
bisogna aggiungere zucchero o sostanze zuccherine che i lieviti presenti
trasformano in alcol e anidride carbonica. E’ una correzzione che in genere
si fa al mosto in fermentazione. Nel vino la cosa funziona lo stesso se non
è stato stabilizzato con antiossidanti e se contiene ancora lieviti. Per
fare lo champagne, per esempio, si utilizza un vino base a cui,
semplificando, si aggiunge zucchero e lieviti; seguirà la fermentazione in
bottiglia che farà aumentare un po’ il grado alcolico ma soprattutto
produrrà le “bollicine”.
Quindi se aggiungi zucchero ad un vino trattato non accadrà nulla se non la
sua dolcificazione mentre se lo aggiungi ad un vino genuino, con l’ausilio
dei lieviti ancora presenti o aggiunti, aumenterà la gradazione (dopo
fermentazione).
Chi ha ragione e chi ha torto?
Direi un po’ di una e un po’ dell’altro per tuti e due.

Ciao e a risentirci,

Guido


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.