Spaghetti con i nicchi

Servono:

2 chili di arselle, olio extravergine di oliva, 2 o 3 spicchi d’aglio, un po’ di peperoncino, spaghetti (De Cecco o Voiello), vino bianco (Dimontia Vermentino)

E si fa così:

Spurgate le arselle della Versilia (nicchi) per un giorno ed una notte tenendole in acqua salata in un recipiente.
Prendete le arselle e mettetele in padella senza acqua e fate cuocere fino a che le arselle non aprono il guscio completamente.
Una volta che tutte le arselle si sono aperte togliete l’anima e mettetela in un contenitore; finita questa noiosissima operazione, prendete l’acqua uscita dalle arselle e filtrarla .
Prendete poi una bella padella e versare olio generosamente con aggiunta di 2 o 3 spicchi d’aglio e del buon peperoncino q.b. a seconda del gradimento.
Mettete sul fuoco e prima che l’aglio imbrunisca aggiungete le arselle e l’acqua filtrata; fate cuocere a fuoco lento ed una volta che l’acqua delle arselle inizia a ritirare versate un bicchiere di vino bianco, alzando la fiamma per far evaporare il vino; a questo punto abbassate la fiamma e prendete del prezzemolo, precedentemente lavato e tagliato, e cospargetelo sul sugo; far cuocere ancora 2 o 3 minuti e il sugo è pronto.
Prendete gli spaghetti Dececco o Voiello cotti rigorosamente al dente e fateli saltare in padella.
Fatto ciò servite a tavola in abbinamento all’ottimo Dimontia Vermentino.
 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.