Dario – aceto da fragolino 2


Domanda di Dario:

Salve Guido
ringrazio molto per la tempestiva risposta, ho letto con molto interesse l’articolo di Edoardo Mori ma, non ci sono riferimenti al fatto della tossicita’ da metanolo presente nel fragolino, ed a tal proposito avrei una domanda.
Nel caso di vinificazione di uva fragola senza le bucce, si abbassa la percentuale di metanolo nel futuro vino?

Un’altra cosa che mi incuriosisce e’ questa : recentemente ho compiuto una visita in Canada e piu’ precisamente nella penisola del Niagara dove il vigneto e’ coltivato in modo massiccio.
In questa zona coltivano anche una vite chiamata “Concord” del tutto simile alla nostra uva fragola come aspetto, odore e sapore, loro non ne ricavano vino poiche’ lo considerano scadente (ma non e’ vietato) e la usano solo per la produzione di succhi di frutta, che tra l’altro hanno un grande consumo da quelle parti.
Vorrei sapere da lei se questo ” Concord ” e’ in effetti la nostra uva fragola.

Cordiali Saluti
Dario

Risposta:

Salve Dario,

l’articolo chiarisce che l’alcol metilico è una cosa marginale rispetto al resto.
Non credo che la vinificazione in bianco faccia abbassare il livello del metanolo.
Ti invio una nota presa da Wikipedia:
“Il fragolino è un vino speciale rosso, frizzante, al gusto di fragola, tipico del Nord-Est dell’Italia, ottenuto dalla vinificazione di uva della specie Vitis labrusca, conosciuta come uva fragola, detta anche uva americana, Isabella, Raisin e de Cassis (uve non europee).

Una legge dell’Unione Europea (EU), tesa ad eliminare la concorrenza al mercato vinicolo europeo da parte di vini prodotti con uve non europee, ne ha reso illegale la vendita (ma non la produzione per uso personale).

Quello che si trova attualmente in commercio in UE, non è fragolino prodotto da uva fragola, bensì vino addizionato di aromi naturali o artificiali al gusto di fragola.

Vero fragolino si può acquistare fuori dall’UE (in particolare in USA, Svizzera, Australia, Ungheria e Croazia), dove l’uva fragola è nota anche con i sinonimi di Seksarda o Pierce.

L’unica regione dell’UE in cui sia possibile produrre e vendere vino ottenuto da uva fragola è il Burgenland, in Austria, dove il tentativo di vietare l’Uhudler ha causato le proteste di consumatori e produttori.

Per scoraggiarne il consumo e la vendita sottobanco, sono state inoltre diffuse voci, secondo cui il divieto sarebbe dovuto a quantità tossiche di metanolo e/o tannino. Sono stati fatti collegamenti a sofisticazioni alimentari (scandalo Ciravegna) in cui i produttori di fragolino non furono mai coinvolti. In realtà, da misurazioni comparative tra vini da Vitis vinifera e da V. labrusca non sono mai risultate quantità nocive.

Il legislatore non ha mai inteso vietare il vino di uva fragola per il fatto che esso contiene una percentuale superiore alla media di metanolo, come è invece opinione diffusa tra i profani.

La traduzione inglese di uva fragola è concord grape.

Ciao e a risentirci, Guido


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.