Carlo – diminuire gradazione


Domanda di Carlo:

Grazie per aver risposto al mio quesito. Sono un privato
che da 10 anni si diverte a farsi il vino da se. Compro
l’uva e la lavoro secondo le mie conoscenze. Quest’anno ho
acquistato 2 ql di catarratto e, evidentemente ho sbagliato
qualcosa perchè quando ho fatto “bruciare” il vino il grado
alcolico risultava 15,70, troppo. Perciò ho acquiastato
ulteriore ql di catarrattu che, come ti ho chiesto, volevo
tenere molto basso di gradazione. Ti chiedevo quindi se
aggiungendo acqua durante la fermentazione commettevo o
meno un errore. Ho bisogno di un vino sotto gli 11 gradi
per tagliare il primo ottenuto (15,70). Quindi su 70 litri
di mosto quanta acqua si può aggiungere?. é meglio
aggingere acqua durante la fermentazione? o dopo? Grazie
per l’interessamento. P.s. io vivo a pantelleria dove l’uva
è carica di zuccheri.

Risposta:

Salve Carlo,

valutando pro e contro è meglio aggiungere l’acqua dopo la
fermentazione; una volta conosciuto i gradi alcolici del
vino ottenuto possiamo fare i conti esatti;
per esempio, con 70 litri di vino da correggere:
– se il vino sarà di 15° si metteranno 25,5 litri di acqua;
– se il vino sarà di 14° si metteranno 19 litri di acqua;
– se il vino sarà 12° si metteranno 12,7 litri di acqua.

Fammi sapere come è andata.

Molti saluti, Guido.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.