I testaroli


I testaroli sono un piatto semplice, fatti con solo acqua e farina sono la tipica rappresentazione della cucina povera dei contadini del luogo, e non solo.

Per farli servono:

600 grammi di farina di frumento, mezzo litro di acqua e sale.

E si fanno così:

Prendete la farina, l’acqua, il sale e preparate una pastella abbastanza fluida.
Scaldate il testo (caratteristico contenitore in ghisa, un tempo in terracotta) e versatevi un po’ di pastella, uniformandola a mezzo centimetro di spessore.
Mettete il coperchio e cuocete per una decina di minuti.
A cottura ultimata, il disco che si è formato viene tagliato a rombi o a quadrati di circa cinque centimetri di lato.
Metteteli in acqua bollente e lasciateli alcuni minuti a fuoco spento, scolateli e serviteli con uno dei tipici sughi:
pesto, olio e formaggio pecorino, pomodoro, sugo di funghi.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.